Il 1° Segreto nelle Relazioni: interessiamoci sinceramente agli altri!

Pensa all’ultima volta che hai conosciuto qualcuno: “Ciao, io sono Alberto” e l’altro intanto si presenta mentre ci stringiamo la mano… Lo guardiamo negli occhi, e, praticamente nello stesso istante in cui ci ha detto il suo nome noi ce lo siamo appena dimenticati!

Poi passiamo interminabili momenti dopo la stretta di mano a tartassare il nostro cervello con una domanda ricorrente: “Come si chiama – come si chiama – come si chiama?!? cavolo me l’ha appena detto… non è possibile che me lo sia dimenticato, perché non me lo ricordo! E’ sempre così, solo che ora non posso ridomandarglielo subito, sembrerei un subnormale!” 🤔

Pensa a un altro momento: quando guardi una foto di gruppo dove ci sei anche tu, qual è la prima persona che guardi? Te stesso! E magari ti giudichi anche (spesso negativamente): “Come sono venuto male, ma guarda che faccia/ che pancia/ che sguardo che ho!”.

Tutto questo accade perché siamo concentrati su noi stessi SEMPRE, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno. Però la vita è fatta di relazioni, di rapporti con gli altri.

Gli altri sono così importanti che si dice che anche le nostre ferite più importanti vengono dalle relazioni e si curano nelle relazioni.

Per questo la prima regola nelle relazioni che ci ricorda il buon Dale Carnegie nel suo libro best seller “How to Win Friends and Influence People” è:

interessatevi sinceramente agli altri!”

Dale Carnegie

In questi giorni mia figlia è risultata positiva al Coronavirus. 😷

Senza neanche che lo chiedessi, quando lo ha saputo il mio vicino del 1° piano Enrico che ho incontrato sotto casa si è subito offerto di aiutarmi: “Se hai bisogno di far la spesa fammi sapere che te la porto io!”. Anche il mio amico Tommy con cui faccio colazione tutte le mattine, che è pure dottore, si è candidato per offrire il suo aiuto: “Se hai bisogno di medicinali dimmi che ti faccio la ricetta!” 🚑

Io non avevo chiesto niente, l’unica cosa che faccio è interessarmi alle altre persone in modo sincero: è una mia inclinazione naturale.

Nella mia vita trovo molto arricchente ascoltare gli altri, sentire i loro punti di vista, chiedere delle loro vite. E questo è un atteggiamento che piace agli altri perchè sono felici di raccontare quello che pensano e vivono. Certo, non tutti, alcuni molto riservati non amano aprirsi, ma anche a loro piace essere ascoltati e sentirsi al centro dell’attenzione. Io mi sento al centro dell’attenzione quando gli altri mi parlano. Come si dice sul lavoro, un approccio “WIN – WIN” (vinco io – vinci tu). ✌️✌️

Ricordarci il nome delle persone quando si presentano, ricordarci i compleanni e fare gli auguri sono piccoli momenti che possono impreziosire la nostra vita e che riempiono il cuore anche di chi riceve le nostre attenzioni. Si attiva in modo naturale una spirale che porta affetto e aiuto reciproco.

Certo, la base come sempre è la sincerità.

Ma a chi non fa piacere approfittare del compleanno di un amico per chiamarlo quando magari è tanto che non lo si sente? Spesso siamo così presi dalla nostra vita che facciamo fatica a trovare il tempo per gli altri, ma anche una telefonata di cinque minuti può essere un momento di gioia per chi chiama e chi riceve la telefonata.

Ma come possiamo allenare questa capacità nella vita quotidiana?

Con semplici gesti, ad esempio:

  1. salutare gli altri con energia ed entusiasmo
  2. sorridere quando rispondiamo al telefono (lo so che non ci vedono gli altri, ma se sorridiamo la nostra voce e la nostra intonazione saranno diverse! Questa è addirittura una strategia che insegnano nei contact-center, quelli che ci tempestano di telefonate per venderci qualcosa perché hanno sperimentato che l’interlocutore è maggiormente ben disposto!) 😊
  3. sorridere quando si fanno le ‘videochiamate’: anche prima di una riunione seria con i colleghi si può scambiare qualche battuta sul meteo, o su alcuni temi di attualità con tono cordiale e con il sorriso, aiuta a distendere l’atmosfera e a raggiungere meglio i risultati che ci siamo prefissi quando abbiamo convocato l’incontro
  4. ricordandoci il nome del nostro interlocutore e chiamandolo per nome quando lo salutiamo
  5. chiamando o mandando un messaggio personale agli amici e conoscenti il giorno del loro compleanno o di qualche ricorrenza importante. 🎂

Essere gentili con gli altri, per quanto possibile, ci aiuta a instaurare buone relazioni e i primi a beneficiare di un clima rilassato e piacevole siamo noi. Sembra una cosa banale, ma se lo facessimo tutti vi assicuro che il nostro mondo sarebbe ben diverso da quello in cui viviamo!

Non mi stancherò mai di ripetere che la manifestazione di interesse deve essere sincera: deve appagare entrambe le parti in gioco nella relazione, è come una strada a doppio senso di circolazione.

Mi piace concludere questo post come Dale conclude il capitolo:

“Se volete che gli altri vi vogliano bene, se volete sviluppare veramente delle amicizie, se volete aiutare gli altri e nello stesso tempo aiutare voi stessi, tenete a mente questo principio: interessatevi sinceramente delle altre persone”.

Dale Carnegie
Spread the love

Recommended Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *